4 giugno 2010

All about kohl/kajal

Il kohl o kajal, il cui nome deriva da un termine arabo, è una polvere composta da sostanze minerali e grasso animale dalla colorazione in genere nera o grigia molto intensa, con la specifica funzione di abbellire e truccare gli occhi.
Ha origini molto antiche che risalgono agli Egizi ed è stato utilizzato per secoli sino ad oggi dalle popolazione del Medio Oriente, Africa ed Asia.
Il kohl ha la funzione non solo di abbellire ma anche di prevenire infiammazioni agli occhi, proteggere dal sole ed il suo uso è legato anche ad una serie di tradizioni, credenze ma anche a pratiche mediche popolari.

Kohl con cartiglio di Amenhotep III e la regina Tye
conservato al Brooklyn Museum, New York.

Sarà per la particolare profondità che conferisce allo sguardo, che spesso invidiamo a donne indiane o arabe, che il kohl è approdato anche in Occidente diventando vera e propria moda nel trucco anni '20 del secolo scorso.
E' proprio in questo periodo che il makeup non è più ad appannaggio delle classi più alte ed agiate della popolazione, ma inizia a diffondersi permettendo a tutte di poter valorizzare la propria bellezza in occasioni speciali.
Caratteristico del look anni '20 è l'uso di ciprie, inizialmente sempre molto chiare e diafane, labbra ben evidenziate con tonalità di rosso, mattone, arancio ed evidenziate soprattutto avendo cura di delineare ed enfatizzare la forma del labbro superiore e la V di cupido, ed infine occhi perfettamente incorniciati da eyeliner nere o grigie e da kohl di artigianale realizzazione occidentale.
Piccola curiosità...potete ascoltare un breve motivetto dell'epoca intitolato proprio "Let's make up" ;)



Makeup anni '20.

 Le mode in seguito sono cambiate, insieme al makeup, ma il kohl è rimasto come uno dei prodotti spesso usato dalle donne seppur nelle sue vesti occidentalizzate e nel tempo sempre più "modernizzate".

Dopo questa brevissima introduzione storica che tenevo a fare :) parliamo dei kohl che l'industria cosmetica ci mette oggi a disposizione. Possiamo optare per 3 tipologie di prodotti:

1. Matite kohl/kajal: sono delle matite dalla mina molto morbida, a volte quasi cremosa, molto sfumabile e dalla pigmentazione molto intensa e ben scriventi nella rima palpebrale interna.
Non sono affatto formulate con gli ingredienti dei kohl originali ma mirano esclusivamente a replicarne l'effetto estetico offrendo un metodo di applicazione estremamente più semplice e pratico.
Direi che ormai quasi tutte le case cosmetiche offrono la variante kohl nella loro linea di matite occhi e molto spesso sono disponibili in varie tonalità.

2. Kohl/kajal moderni: ossia prodotti che attraverso la rivisitazione del kohl originale, propongono la stessa tecnica di applicazione ma riformulano le polveri che anche in questo caso non hanno nulla a che fare con la ricetta originale. Avrete già capito che mi riferisco al famoso Guerlain Terracotta Kohl Loose Powder e al meno noto a noi (purtroppo) L'Oreal HIP Studio Secrets Professional Kohl Eyeliner.

3. Kohl arabo o indiano: intendo appunto l'originale ;) che ormai non è diventato così irreperibile! Basti pensare alle tante persone emigrate nel nostro paese che hanno deciso di avviare piccole attività vendendo prodotti delle loro terre! Ma per chi non ha a disposizione un "rivenditore" può sempre optare per la via più semplice e veloce...ossia l'acquisto online!
Oltre al classico kohl in polvere con applicatore in vetro è possibile anche trovare una versione più "pratica" ma con le medesime caratteristiche in quanto ad effetto e resa della polvere, ossia il kohl in pasta nelle varianti stick o in cialda.

Il kohl può essere applicato in 2 modi:

1. solo nella rima palpebrale (inferiore e anche superiore) per dare maggiore enfasi e profondità allo sguardo

2. nella rima palpebrale sfumando il prodotto fin sotto l'occhio...insomma un pò l'effetto che modernamente chiameremmo "smokey" anche se in questo caso andrebbe sfumato meno.
C'è da dire che il kohl originale dona da solo questo effetto, ossia "cola" sotto l'occhio...un pò a mò di "effetto panda" come molte di voi lo chiamano o anche "effetto Bedroom eyes" ossia quell'alone un pò sbavato che si crea quando ci si addormenta con il trucco.
Questo alone può essere poi intesificato con un altro pò di kohl per creare una linea più netta se lo si vuole.
E' un effetto che può piacere e non piacere, a me personalmente non dispiace purchè ben distribuito e con parsimonia, sempre senza esagerare ;)

Kohl in polvere

                  Kohl in pasta stick                           
Kohl in pasta


 Diciamo che in linea di massima il khol può essere utilizzato da tutte, attenzione solo a chi ha gli occhi piccoli e non vuole accentuare questa caratteristica ;)
E ora vi faccio vedere i miei kohl ;)

Givenchy Magic Kajal


MAC Khol Power Eye Pencil - Feline


Surma Al-Sherifan


Surma Al-Sherifan (sx)
Givenchy Magic Kajal (centro)
MAC Kohl Power Eye Pencil - Feline (dx)

Guerlain Terracotta Kohl Loose Powder
02 Brun dorè
03 Blue

Guerlain Terracotta Kohl Loose Powder
02 Brun dorè
03 Blue 
Blacky

2 commenti:

Anonimo ha detto...

HO UN NEGOZIO DI PROFUMERIA NATURALE E MI STANNO CHIEDEND IL KHOL ARABO VERO... SAPETE INDICARMI DOVE TROVARLO?

Blacky ha detto...

@Anonimo: Ciao, puoi chiedere informazioni per una fornitura ad Dhanvantari (http://www.dhanvantari.it/), sul sito il kajal in pasta si trova nella sezione Ayurveda.

Posta un commento